ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Lima: Edc protagonista alla PUCP

Lo scorso 21 giugno a Lima, presentazione Edc alla Pontificia Università Cattolica del Perù

di Silvano Roggero

180621 Lima 02 ant ridSpentasi l’illusione di tutto il Perù di passare agli ottavi di finale (sconfitta di misura con la Francia), illusione creatasi con la qualificazione ai Mondiali dopo 36 anni dall’ultima volta, esattamente un’ora dopo mi ritrovo a vivere un’illusione, diversa, nata 27 anni fa, ma ormai diventata realtà mondiale: l’Economia di Comunione!

Siamo a Lima. Alla PUCP (Pontificia Università cattolica del Perù). Sono stato invitato a conoscere un “progetto di sviluppo economico il cui obiettivo principale è lo sviluppo umano”. È un evento pensato soprattutto per il mondo universitario per questo l’orario scelto va dalle 12.30 alle 15, giusto fra la fine della partita e l’inizio delle attività accademiche. Il titolo del meeting è: “EdC – Uno stile di vita”.

Accolto dalla sobrietà dell’ambiente del “Campus” che attraverso in buona parte per raggiungere l’auditorium-anfiteatro Mons. José Dammert, 180621 Lima 01 ridnell’edificio sede della Facoltà di Diritto, dove si svolgerà l’incontro, sono colpito dall’enorme cartello appeso all’entrata, sopra la recezione, che annuncia l’evento.

L’incontro è stato voluto da un professore dell’Università, Prof. César Guzman Barrón, che lo ha proposto ad un gruppetto di suoi alunni (7 ragazze ed un ragazzo) che, pur non conoscendo il progetto, hanno aderito immediatamente e con tanto impegno. Loro han voluto quel cartello all’arrivo, son due di loro che fanno gli onori di casa alla recezione, sono loro che fanno da moderatori, da factotum dietro le quinte. Sempre loro han voluto che fosse consegnato ad ogni partecipante un Attestato di Partecipazione personalizzato. Almeno 70 i presenti!

César Guzman B. ha pensato a questo incontro per approfittare della presenza, 180621 Lima 04 ridcome dice anche il cartellone all’entrata, di alcuni imprenditori venuti per un successivo congresso sull’EdC, appena fuori Lima, e provenienti dal Brasile, Argentina e Bolivia. Dopo un’introduzione all’evento fatto da César con uno degli alunni, ha preso la parola l'imprenditore boliviano, Remberto Quina, il quale seguendo quanto detto alle Nazioni Unite sull’EdC ne fa una breve, ma documentata presentazione. Sullo sfondo alcune diapositive. Colpisce quella sulla “Cultura del dare”, il segreto, ma neanche troppo, che sta sotto l’EdC. Sulle linee tracciate da Remberto, si inserisce Bettina González, imprenditrice argentina con un’azienda turistica, specializzata nel “turismo solidale”. Parla del presente dell’EdC, ricorda la nascita e la presenza, una particolarità, dei Poli Imprenditoriali nel mondo, ma soprattutto fa una carrellata di esperienze di aziende EdC che ne dà una dimensione mondiale. Il tutto corredato da due video interessanti su altrettante aziende EdC: quella di Bettina stessa e quella in Corea della Sung Sim Dang, una panetteria.

Originale il commento che il Prof. Hugo Marroquin fa di quest’ultimo video. Poi l’Ing.180621 Lima 05 rid Enrique Rodriguez, peruviano, racconta la sua esperienza controcorrente che vede molto unita a quella dell’EdC da poco conosciuta.Prima di passare ad un momento di domande e risposte e di impressioni, ci vengono proposte le riflessioni fatte da Papa Francesco nell’incontro con un migliaio di imprenditori EdC del febbraio dell’anno scorso.

Fra le impressioni finali quelle di due professori della stessa Università, nuovi all’EdC, che mettono in luce quanto questa esperienza, come altre, possano essere di grande aiuto nell’impegno della responsabilità sociale universitaria; grazie ad un intervento di un dirigente d’azienda boliviano, Enrique Hurtado, vengono in luce le 400 tesi sull’EdC scritte finora (lui parla della sua); un altro professore lamenta il fatto che, al contrario delle tesi su EdC in genere quelle universitarie partono da una teoria che poi pochissime volte arriva ad applicarsi! Si vede nell’EdC una forza motrice!
Una persona nuova conferma che quando è stato invitato pensava che EdC si trattasse di lavoro sociale, invece “è molto di più!”.

180621 Lima 03 ridAlla fine commovente la consegna di regali ed attestati agli espositori ed al gruppo organizzatore. Si invita i presenti al convegno EdC che comincia due giorni dopo. Durante il break finale continuano le domande, i commenti.  Il Papa mette tutti d’accordo: “Il capitalismo conosce la filantropia, non la comunione”. Lí dobbiamo arrivare! Sintomatico anche il motto di questo Ateneo che ha compiuto 100 anni l’anno scorso: “Et lux in tenebris lucet”.

Image

ARCHIVIO ARTICOLI

Lingua: ITALIANO

Libri, Saggi & Media

Lingua: ITALIANO

Filtro Categorie

© 2008 - 2021 Economia di Comunione (EdC) - Movimento dei Focolari
creative commons Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons . Progetto grafico: Marco Riccardi - edc@marcoriccardi.it